Quanto va veloce uno scooter elettrico: info e dettagli

In un enorme terreno fertile come è il mercato che fa riferimento a quelli che sono i principali elementi in un campo di evoluzione come quello della tecnologia per il trasporto e per la modalità di spostarsi delle persone, senza alcun timore di smentita da diversi anni vi  è un mezzo che sta facendo evincere un incredibile crescita di appeal: una vera fama in continua evoluzione che ha portato di fatto sul mercato un numero sempre più alto di prodotti del campo che stanno accogliendo voglie di acquisto e esigenze da un numero sempre più alto di fan. Di che cosa stiamo discutendo? Dei noti scooter elettrici e in modo netto poi degli scooter elettrici richiudibili o chiamati anche pieghevoli.

Ma di che cosa stiamo andando a trattare? Che cosa sono questi modelli di prodotti? Come possiamo invididuare uno scooter elettrico richiudibile e pieghevole? Possiamo provare a fare una specie di sunto per conoscere dettagli e qualità tecniche al riguardo. Partendo da un elemento cruciale. La velocità.  Quanto va veloce uno scooter elettrico?

Cos’è uno scooter elettrico e quanto va veloce

in Italia e in tutti gli altri paesi cresce l’offerta di modelli di scooter elettrici insieme ad una maggior varietà dei prezzi di listino e a un aumento delle occasioni. A differenza dei primi anni in cui gli scooter elettrici erano, salvo rari casi, più vicini al mondo delle bici elettriche e pensati per sostituire i cinquantini, nel tempo hanno iniziato a diffondersi modelli elettrici che sono pari ai 100 cc e superiori.

Ma dal punto di vista della praticità e della velocità, lo scooter elettrico conviene? Così su due piedi forse è arduo dare una risposta a senso unico perché ci sono troppi fattori da considerare, quel che è sicuro è che il panorama degli scooter elettrici nel mondo è diventato sempre più ricco di varianti e di soluzioni, con il conseguente fattore della ovvia riduzione dei prezzi tramite alla maggiore competitività anche da parte dei grandi marchi. Di conseguenza alcuni elementi per valutare la effettiva opportunità degli scooter elettrici ci porta a fare una sorta di quadra del contesto generico, proprio partendo da dati focali come la velocità.

 

I vantaggi di uno scooter elettrico veloce

I vantaggi di uno scooter elettrico possono essere molteplici: se lo usate ogni giorno per andare in ufficio, ad esempio, potrete pensare di usare anche il posto di lavoro per ricaricare la batteria. Nella maggior parte dei contesti, infatti, gli scooter elettrici hanno una batteria che si può staccare ed è trasportabile, a volte scissa in due parti separate. Questa scelte permette anche di usare la batteria con dei sistemi fotovoltaici: mentre una è all’interno dello scooter, l’altra può stare a casa o altrove in ricarica.

Va detto, tra le altre cose che gli scooter elettrici sono esenti dal bollo per cinque anni, l’assicurazione costa circa il 50% in meno e la manutenzione è quasi azzerata per definizione.

A questo si aggiunge il tema dell’ecobonus. In sostanza l’ecobonus è valido come sistema di supporto economico ai cittadini per l’acquisto di scooter elettrici e prevede uno sconto del 30% sul prezzo di listino con un tetto massimo di acquisto che varia da periodo a periodo. Per accedere agli incentivi è necessaria la rottamazione di uno scooter, una moto o un ciclomotore e il bonus si applica al veicolo elettrico della stessa categoria con potenza massima di 11 kW (15 CV). Il mezzo da rottamare deve essere di proprietà di chi compra o di un familiare convivente da almento 12 mesi.

Ma torniamo al nostro tema centrale, quello della velocità ed anche delle regole che ne derivano.

Limiti e velocità degli scooter elettrici

Tutto quel che riguarda gli elementi portanti degli scooter elettrici, compresi i prezzi derivano da alcuni fattori di partenza tra cui quello della velocità. I valori degli scooter elettrici indicati di fatto dal mercato sono tutti riferiti a dei parametri di qualità ed efficienza che per appunto si vanno a confrontare con vincoli e potenzialità di velocità e di conduzione.

In particolare gli scooter elettrici seguono le stesse categorie internazionali dei modelli termici e delle moto, elettriche o meno. Si parla di:

  1. L1e come della la categoria che identifica i “cinquantini”, veicoli a due ruote con velocità massima di 45 km/h che rispondono alle necessità di chi cerca uno scooter elettrico senza patente.
  2. L3e distingue invece i veicoli a due ruote, scooter elettrici compresi, con velocità superiore ai 45 km/h.
  3. Nel caso dei veicoli a tre ruote si racchiudono nelle categorie L2e (cinquantino) e L5e senza il limite dei 45 orari.

Velocità e sicurezza

Quanto ai concetti di velocità e sicurezza una delle prime cose che si possono considerare nel momento stesso in cui si va a comprare uno scooter elettrico è quella di capire se esiste la chance di disporre di un controller che è impostato su questa velocità massima di base (6 km / 4 mph) che serve a garantire prestazioni e stabilità al mezzo alla persona alla guida e la sicurezza nella conduzione.

Come dicono gli esperti, siamo di fronte al fatto che alcuni dei mezzi in vendita potrebbero avere alla prova dei dati concreti una velocità massima diversa (d fatto inferiore) rispetto a quella reclamizzata, ed è per questo che però entra in gioco il fattore dell’equilibrio tra sprint di velocità e affidabilità alla guida.

Insomma, offrire diverse qualità di velocità inerenti alla potenza massima a seconda delle più varie esigenze implica il rispetto di alcuni vincoli di natura non solo normativa ma di incolumità.

Ci sono dei parametri considerati accettabili quanto a velocità, pari a 4 km/h, 8 km/h e 9,5 km/h. È possibile selezionare solo una velocità massima, di norma, e tale regolazione deve essere fatta in modo elettronico, tanto è vero che in caso di incremento della velocità massima che vada oltre l’impostazione di default degli scooter i prodotti più avanzati venduti all’interno dell’UE impongono delle limitazioni automatiche dello sprint.

La regolazione della velocità massima è uno dei parametri che maggiori garanzie offrono in termini di sicurezza su strada e di capacità di adattabilità alle abilità di un numero sempre più ampio e variegato di utenti. È molto facile effettuare questa regolazione anche su modelli preesistenti andando nei centri di acquisto e al momento dell’acquisto o durante le operazioni di manutenzione e riparazione provvedere alla regolazione della stessa.

 

Daniele Silvestri, giornalista freelance, esperto SEO e appassionato di tecnologia, informatica e prodotti settoriali in modo particolare inerenti al complesso ma affascinante mondo dell’e-commerce.

Già autore, editor e formatore in Academy, dedico il tempo libero all’approfondimento e alla ricerca delle innovazioni tecnologiche, cibernetiche e telematiche anche in ottica domotica, con una spiccata curiosità per tutto ciò che rientra nell’ambito della produzione di prodotti volti a rendere migliore e più fruibile la vita quotidiana di ognuno attraverso un sempre maggiore apporto della tecnologia.

Back to top
menu
Migliori Scooter Elettrici