Lo scooter elettrico è come la bicicletta elettrica: confronto

Se parliamo di veicoli elettrici, due tra i più in voga e i più scelti dai consumatori sono gli scooter elettrici e le biciclette elettriche. Spesso, poi, questi due veicoli vengono anche messi sullo stesso piano, pensando che a livello di prestazioni si possano quantomeno somigliare. Il punto chiave è che ogni veicolo elettrico è a sé stante e non si può confondere realmente con gli altri.

La domanda da porsi a questo punto è la seguente: gli scooter elettrici e le biciclette elettriche sono davvero così simili? Possono realmente essere messe a confronto sul lato tecnico e meccanico? A queste domande si possono avere varie risposte e tutte sono molto azzeccate. Vedremo in questo articolo in che modo conviene confrontare questi due veicoli senza cadere nel tranello di mettere sullo stesso piano prodotti molto diversi, che assolvono funzioni differenti e per clienti con necessità ben precise.

Le biciclette elettriche: panoramica generale

Non credo abbia molto senso iniziare questa guida spiegandovi cos’è una bicicletta. Chiunque sa di cosa stiamo parlando e sempre più gente usa questo mezzo di trasporto per evitare il traffico e i mezzi pubblici. Ma invece una bicicletta elettrica cos’è? In cosa si distingue rispetto a una bici normale e più classica?

I punti di distanza sono chiaramente notevoli e non riguardano solo la presenza del motore. Bisognerebbe fare un primo, importante distinguo per quello che ha a che fare con le varie tipologie dei modelli: le biciclette elettriche hanno due modelli principali. C’è la classica bici da passeggio, più blanda e con minori capacità tecniche, ma ottima per una pedalata leggera e non troppo assidua. Poi c’è la bicicletta da corsa, o comunque sportiva, che al contrario ha delle caratteristiche tecniche molto imponenti.

Di solito molti utenti scelgono la propria bicicletta elettrica in base alla città in cui vivono. Se volete portare sempre con voi, anche in ufficio, la bicicletta che possedete, sappiate che ne esistono diverse che possono richiudersi e diventare la metà. Queste pieghevoli sono forse le più gettonate, per la semplicità di trasporto e per la sicurezza che offrono.

Se dovessimo parlare in maniera generale delle biciclette elettriche, bisognerebbe parlare anche e soprattutto del motore, che è forse la parte più simile agli scooter elettrici. Come loro, infatti, nelle biciclette elettriche vengono montati motori di due tipi. Il motore più classico è quello cosiddetto centrale, che è anche più potente. E poi c’è la possibilità di acquistare una bici elettrica che monti il motore all’interno delle ruote.

Scooter elettrici: panoramica generale

Anche qui accenneremo in maniera generale alle caratteristiche degli scooter elettrici più noti. Partirei dal fatto che anche loro, come dicevamo sopra, hanno la possibilità di montare un motore più performante (quello centrale) o un motore più leggero, ma anche meno sicuro (quello nelle ruote). Mi sembra un punto di contatto importante tra scooter e biciclette.

Poi gli scooter, esattamente come le bici, si guidano con grande facilità. I comandi sono gli stessi degli scooter più tradizionali e c’è da dire che nel traffico risultano una scelta azzeccatissima da fare. Sono meno imponenti a livello di stazza rispetto agli scooter tradizionali e questo permette loro di muoversi con semplicità.

Sembra sciocco dirlo, forse, ma gli scooter elettrici hanno anche costi di ricarica molto bassi. Se prendete uno scooter normale di qualsiasi genere e qualsiasi marca, vedrete che un pieno può avere un costo anche molto alto. Nel caso di quelli elettrici, al contrario, la ricarica è davvero la cifra minima che andrete a spendere. Stesso discorso vale per le bici, a dire il vero.

Quali sono le differenze fondamentali?

Questo è probabilmente il paragrafo più importante della guida, perché si concentra nello specifico sul confronto tra le bici elettriche e gli scooter elettrici. Abbiamo visto le loro caratteristiche generali e i punti di contatto, ma quali sono le loro differenze?

La prima differenza, anche se non ci crederete, riguarda il motore. È abbastanza evidente e ovvio, forse, che il motore di uno scooter elettrico è più potente di quello di una bicicletta elettrica. Quest’ultima, tra l’altro, ha dei limiti massimi imposti per legge e questi limiti riguardano anche la velocità stessa. Uno scooter ha i limiti che hanno tutti i veicoli classici, mentre una bicicletta è costruita appositamente per non andare oltre i 20 kilometri orari (esattamente, più o meno, come i monopattini elettrici). I pedali si bloccano, in pratica, perché non potete andare più veloci di così.

Un’altra differenza fondamentale ha a che fare con l’autonomia di questi due veicoli. L’autonomia, ovviamente, dipende da tanti fattori. Il primo su tutti è la batteria, la sua efficienza e la tipologia. È difficile definire schematicamente la durata delle singole autonomie. Queste dipendono sia dai modelli, sia appunto dalle batterie. In questo possiamo dire che, a seconda della tipologia di veicolo che abbiamo di fronte, l’autonomia può essere variabile. Sappiate solo che se per gli scooter la media è di una sessantina di kilometri, per le biciclette l’autonomia può anche superare i settanta kilometri.

Un’altra distanza riguarda anche cose più superficiali come peso e dimensioni. Pur avendo un peso notevole, e dimensioni altrettanto importanti, una bicicletta elettrica pesa molto meno di uno scooter elettrico. Se il confronto bici normali-elettriche, riguardo a peso e dimensioni, va a favore delle bici normali, il confronto scooter normali-elettrici va a favore di questi ultimi.

E i prezzi?

L’ultima vera differenza riguarda perlopiù i prezzi, che sono, per ovvi motivi, molto distanti. Uno scooter elettrico ha un prezzo abbastanza alto rispetto ad uno scooter normale, ma anche qui dipende dai casi. La fascia generale va dai 2000 euro, per i modelli proprio base, a 20.000 euro, per quei modelli che invece sono molto potenti.

E le biciclette elettriche? In questo caso abbiamo dei prodotti che costano molto meno rispetto agli altri. È chiaro che, però, rispetto alle bici tradizionali, il prezzo è decisamente alto. Una bicicletta elettrica di buona fattura, infatti, può superare senza problemi i 1000 euro. E parliamo di modelli base, più o meno. I modelli professionali invece vanno molto più su, ma offrono anche una qualità e una comodità spropositate.

Classe 1993, è sceneggiatore e autore. La sua grande passione per la scrittura d’ogni genere lo spinge a sperimentare diverse forme narrative, dalla prosa al cinema, e culmina nel 2015 con la pubblicazione del suo primo romanzo (“Nous”, Giovane Holden Edizioni). La scrittura però va di pari passo con la passione per la fotografia e il mondo tecnologico.

Back to top
menu
Migliori Scooter Elettrici